contro- intestazione

Ti piace qualche foto di questo blog? Non rubarla, chiedimela! E se proprio non ce la fai ... vedi di non usarla per lucro! - contact email: vbpress68@gmail.com

Le terre fertili del nord, Arenal!

Il Costa Rica deve molto ai suoi vulcani. Se le sue valli sono così verdi e le sue pianure così fertili, ciò dipende proprio dalla linea di fuoco che, con le sue ceneri piroclastiche, arricchisce il terreno dell'istmo centroamericano. I campi di canna da zucchero, le sconfinate piantagioni di ananas e le altre coltivazioni di frutta tropicale qui crescono su un opulento terreno scuro e argilloso.

Pascoli alle pendici vulcaniche del Poas, direzione vallata dell'Arenal.
Nikon D700, ob. Nikon AF-S 60/2.8 Micro, hands hold.

Tra questi vulcani l'Arenal è, onestamente, tra i più suggestivi. La sua forma piramidale conica perfetta, lo rende il Vulcano per eccellenza. Purtroppo l'Arenal, come gli altri vulcani del centro America, ha una predilezione per le eruzioni esplosive. Non si tratta di deflagrazioni titaniche come quelle dei cugini più meridionali, ma sempre di forza sufficiente a scagliare macigni (bombe) a molti chilometri dal cratere (!).

Il vulcano Arenal di primo mattino visto da nord est. Mirador de Arenal,  La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D700, ob Nikon AF-S 60/2.8 Micro., hands hold.

Oggi il vulcano è quieto, appena un pennacchio di fumo sulla cima, che pare una nuvola in sosta tecnica, è l'indicazione delle pressione geologica di un camino magmatico irrequieto. Due anni addietro l'Arenal ha dato spettacolo, scagliando lapilli e sassi incandescenti giù per i suoi versanti nord occidentali. Le lingue di fuoco e gli zampilli erano ben visibili nella notte anche a molti chilometri di distanza. Così ci ha raccontato la proprietaria dell'albergo Mirador de Arenal nel quale abbiamo soggiornato. Di quella eruzione, che ha avuto il merito di rimpinguare non poco le finanze degli albergatori della località turistica La Fortuna, rimane traccia nella sciara di cenere basaltica, blu rossicica, adagiata sui fianchi della montagna.

Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D800, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED.
Un bagno sotto il vulcano. Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D800, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED.
Vetta del Vulcano sbuffante. Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 200-400/4 ED VR II G, tripod Gitzo GT3541LS head Arca B1.
Il vulcano Arenal di sera e di notte visto da nord est. Mirador de Arenal,  La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D700, ob Nikon AF-S 60/2.8 Micro., tripod Gitzo GT3541LS head Arca B1..
Avvoltoio. Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 200-400/4 ED VR II G, tripod Gitzo GT3541LS head Arca B1.

La mattina, quando le correnti termiche si innescano dalla calda pianura tropicale, gli avvoltoi neri aprono le ali e si lasciano sospingere, senza batter colpo, verso le alture del vulcano. Gli occhi di questi uccelli sono acuti ed attenti. La loro ricerca li spinge molto lontano, anche oltre la laguna di Arenal (bacino semi naturale). Questi spazzini del cielo hanno il merito di tenere le strade sempre impeccabilmente pulite. In effetti il Costa Rica è un paese nel quale è molto difficile imbattersi in carcasse di animali investiti dalle automobili. Inizialmente ho creduto che ciò dovesse dipendere dal buon comportameto dei guidatori locali. No, ho avuto la conferma dell'abbaglio osservando una ventina di avvoltoi intenti a spolpare la carcassa di un cane falciato dal traffico di San Josè (sobborghi). Foto della scena non ne ho, ma si deve comprendere, ero appena stato "ripulito". Ma nel cielo del centro america non ci sono solo avvoltoi. Gli uccelli dell'Arenal sono un'infinità di specie. Colibrì, pappagalli, tucani, corvidi, passeriformi e rapaci. E poi aironi e rallidi e picchi, non sapevo più da che parte guardare. Una bella sfida per il mio 200-400/4 (ma la prossima volta mi porto anche il 600mm). A dedicare seriamente tempo alla fotografia degli uccelli, qui all'Arenal, ci sono i presupposti per fare immagini spettacolari. Io, come al solito, mi sono accontentato di quello che è capitato a tiro che, in numero e specie, in due ore ha subissato 2 anni di osservazioni lungo le rive del Sesia. Le foto seguenti sono state realizzate TUTTE nel giardino (e che giardino!) dell'albergo Mirador de Arenal, tra la colazione e un tuffo in piscina.

La ricca vegetazione del giardino del Mirador de Arenal. La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 200-400/4 ED VR II G, tripod Gitzo GT3541LS head Arca B1.
Passeri [Zonotrichia capensis], Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 200-400/4 ED VR II G, tripod Gitzo GT3541LS head Arca B1.
Avvoltoio [Cathartes aura]. Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 200-400/4 ED VR II G, tripod Gitzo GT3541LS head Arca B1.
Oropendula Montezuma [Psarocolios montezuma]. Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 200-400/4 ED VR II G, tripod Gitzo GT3541LS head Arca B1.
Colibrì [Amazilia tzacatl], Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 200-400/4 ED VR II G, tripod Gitzo GT3541LS head Arca B1.
Tiranno [Pitangus sulfuratus]. Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 200-400/4 ED VR II G, tripod Gitzo GT3541LS head Arca B1.
Scoiattolo. Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 200-400/4 ED VR II G, tripod Gitzo GT3541LS head Arca B1.
Ragno salticide. Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.
Nikon D700, ob. Nikon AF-S 60/2.8 IF ED G, hands hold.
L'Arenal si specchia nella vetrata della veranda del bungalow. Mirador de Arenal, La Fortuna, Costa Rica - Agosto.

Il piatto forte offerto dalla regione in verità è ben più ricco del giardino dell'albergo Mirador de Arenal. Oltre alle decine di sorgenti termali, spesso appannaggio di alberghi e residence di lusso, le pendici del vulcano sono ricoperte da una lussureggiante foresta pluviale di montagna. E questa è stata la nostra tappa successiva.

Laguna Arenal. Costa Rica - Agosto.
Nikon D800, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED. Photomerge di 5 scatti.


------------------------------------------------



Mensaje para los ladrones de Playa de la Ventana , Tamarindo.
Estimado señores, además de los valores que me han quitado, que no pretendo nada, entre mis papeles había un objeto de ningún valor para usted. Era la tarjeta de la obra de mi padre, el que ya no está con nosotros desde hace varios años. En la tarjeta està escrito: Luigi Brustia (que era el nombre de mi padre) Comune di Novara (donde trabajó durante cuarenta años). No cuesta nada enviarlo de forma anonima en el centro Parque de Las Baulas en Playa Grande. Sólo le pido un gesto de misericordia. Os saludo a vosotros, sin algun resentimientos.

Valerio Brustia.

2 commenti:

  1. Pensa Davide che son riuscito a fare solo quello scatto lì di corsa.
    Aver avuto un po' di pazienza si riusciva a riempire l'inquadratura come iddio comanda.
    Si vede che avevo fretta di correre in riva al mare a farmi fottere tutto l'equipaggiamento.

    Vi massacrerò i marroni con sta musica: il Costa Rica è un luogo incredibile, dietro ogni angolo c'è qualcosa di straordinario da vedere e da scoprire. E' il paese delle meraviglie, e nonostante la bastonata ricevuta ci torneremmo domani!!
    ciao

    RispondiElimina