contro- intestazione

Ti piace qualche foto di questo blog? Non rubarla, chiedimela! E se proprio non ce la fai ... vedi di non usarla per lucro! - contact email: vbpress68@gmail.com

Lampedusa a fine estate

ATTENZIONE questo articolo contiene immagini molto datate raffiguranti persone che non conosco. Se qualcuno si ritenesse offeso o riconoscendosi non gradisse questa pubblicazione, me lo segnali ed immediatamente eliminerò l'immagine indicata.

Una scheggia d'Africa nel mare Mediterraneo
C'è un frammento di terra nel mezzo del canale di Sicilia che è specchio delle contraddizioni del nostro Bel Paese. Queste immagini risalgono a Settembre 1995. E' un ricordo a me molto caro, fu la prima volta che salii su un aeroplano e forte fu l'emozione di visitare un luogo di cui avevo letto fin da bambino. Armato di qualche rullo di diapositive, con le mie inseparabili Nikon FM2n (rigorosamente Black), mi guardai in giro e raccolsi qualche scorcio di quest'isola pazzesca.

Isola dei Conigli, Lampedusa (TP) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8 Linear pola. Fuji Sensia 100.
Spiaggia dell'isola dei conigli. Qui tra un ombrellone e l'altro depongono le uova le tartarughe marine (Caretta caretta). Auguri! Lampedusa (TP) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 35/2 Linear pola. Fuji Sensia 100.
Barche alla fonda al riparo dell'isola dei Conigli, Lampedusa (TP) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 85/1.8 Linear pola. Fuji Sensia 100.
Bagnanti spiaggia isola dei Conigli, Lampedusa (TP) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Tamron 180/2.5 LD-IF Linear pola. Fuji Sensia 100.
Scogliera meridionale, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8. Fuji Sensia 100.
Scogliera meridionale, Lampedusa (TP) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8 GN2. Fuji Sensia 100
tripod Manfrotto head 190 352RC
Pescatore sulla scogliera meridionale, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8 GN2 Fuji Sensia 100, tripod Manfrotto 190 head 352RC.
Papavero giallo, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AIs 55/2.8 Micro. Fuji Sensia 100.
Lo scoglio della Vela, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Tamron 180/2.5 LD-IF. Fuji Sensia 100.
Tripod Manfrotto 190 head 352RC
Punta Sottile, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8, Fuji Sensia 100.
Le onde si infrangono alla base della scogliera settentrionale, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 85/1.8. Fuji Sensia 100 tripod Manfrotto 190 head 352RC.
Il Faro capo Grecale, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8. Fuji Sensia 100, Tripod Manfrotto 190 head 352RC.
Il Faro di capo Grecale, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8. Fuji Sensia 100. Tripod Manfrotto 190 head 352RC.
La scogliera nord occidentale dell'isola, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8 Fuji Sensia 100.

Non fui molto fortunato in quel fine Settembre del 1995. Il tempo fu veramente infausto. Ricordo che su 14 giorni piovve per 8. Alla disperazione mi infilai ugualmente maschera pinne e muta e, sotto un'acquazzone apocalittico, feci snorkeling attorno all'Isola dei Conigli. Ricordo i lampi che illuminavano il fondale e la pioggia battente che spianava la superficie del mare. Poi verso sera il temporale si calmò e il sole uscì da sotto le nubi. Una visione fantastica: l'azzurro del fondale e il rosso infuocato delle nubi al tramonto. Cosa avrei dato, in quell'occasione, per uno scafandro con oblò emisferico da 20 cm di diametro!!

Il porto sotto la pioggia, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 35/2. Fuji Sensia 100. Tripod Manfrotto 190 head 352RC.
Pescatore tunisino, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8, flash Sunpack 26DX gel Amber 25%. Fuji Sensia 100.
pescato in attesa di lavorazione, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8. Fuji Sensia 100.

Tutto si potrà dire dei siciliani, ma non che siano intimoriti dall'obiettivo fotografico. Non mi sono mai trovato così a mio agio come in quest'occasione offertami per caso. Poter fotografare la prima fase di lavorazione dello sgombro è stato un piccolo colpo di fortuna. Senza nulla chiedere, mi aprirono il portone dello stabilimento. Qui le donne erano già all'opera. Non c'era da perdere neppure un minuto. Il pescato freschissimo di giornata doveva essere sviscerato (manualmente) e lavato per prepararlo alla cottura e al successivo inscatolamento. Ringrazio oggi a oltre 17 anni di distanza la ditta Famularo, che mi ha concesso questa opportunità, anzi questo piccolo privilegio. Peraltro, il loro prodotto è buonissimo!

Svisceratura manuale dello sgombro, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8 flash Sunpack 26DX gel Amber 25%. Fuji Sensia 100.
Lavaggio degli sgombri sviscerati, pronti per la cottura, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 35/2 flash Sunpack 26DX gel Amber 25%. Fuji Sensia 100.
Porto di pesca, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8. Fuji Sensia 100.
La strada presso il porto di pesca, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8. Fuji Sensia 100.
Discarica di imbarcazioni da pesca (?) presso il porto, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8. Fuji Sensia 100.
I resti di barca sulla scogliera. Oggi so che sono resti delle barche dei "migranti" magrebini naufragate sugli scogli del pezzo di UE più facilmente raggiungibile. Ma allora  non lo sospettavo minimamente. La grande fuga dall'Africa del nord non aveva ancora conquistato le prime pagine dei giornali.
 Costa meridionale, Lampedusa (AG) - Settembre. Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8. Fuji Sensia 100.
Cartelli lungo le strade del paese, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8. Fuji Sensia 100.
I bambini giocano per strada, tanto di macchine ne passano ben poche! Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AIs 55/2.8 micro. Fuji Sensia 100.
Un "cortile" interno, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 35/2. Fuji Sensia 100.

L'isola di Lampedusa, frammento di Tunisia in territorio italiano, mi stordì con la sua luce abbacinante e le tempeste feroci. Ma provai sgomento per l'incuria in cui versava l'interno dell'isola. Uno stato desolante, una brughiera di macchia rada, bassa e bruciacchiata, disseminata di cartucce da caccia e spazzatura di ogni genere, dal sacchetto di plastica alla bombola di gpl, dalla lattina di Splugen alla Fiat 128 carbonizzata. Non so se oggi la situazione sia mutata, se la piccola strada che scende alla Spiaggia dell'isola dei Conigli versi ancora in stato di abbandono, se ancora è in uso l'abitudine di scaricare gli avanzi della lavorazione dello sgombro giù per la scogliera settentrionale e se finalmente il boschetto sul lato occidentale dell'isola è cresciuto rigoglioso come ci si attenderebbe. Tutto questo non lo so, ma me lo auguro perché Lampedusa è una delle meraviglie del mar Mediterraneo e come tale dovrebbe risplendere in tutta la sua singolare bellezza.

La strada che attraversa l'isola, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8. Fuji Sensia 100.
Zona militare. Un falco sul filo spianto , Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Tamron 180/2.5 LD-IF, Fuji Sensia 100.
Discarica abusiva fuori paese, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 20/2.8. Fuji Sensia 100.
Il porto visto dal finestrino dell'aereo, ultima immagine di Lampedusa., Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AF 35/2 Fuji Sensia 100.
Prua del la nave cisterna per il rifornimento di acqua potabile.
Due viaggi alla settimana da Trapani, Lampedusa (AG) - Settembre.
Nikon FM2n, ob Nikon AIs 55/2.8 Micro. Fuji Sensia 100.

Sul tetto di Devero, il Bivacco Combi e Lanza

Bivacco Combi e Lanza, notturno. Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S1 7-35/2.8 ED, Manfrotto 190 Benro KS0.EXP: Iso 3200, f/5.6, t 30".

Vuoi a contare le stelle? Passa una notte in un Bivacco.
Nel Parco Veglia Devero non ci sono moltissimi bivacchi d'alta quota. A Devero, il più famoso e fotografato, è il Combi e Lanza. Posizionato su una balconata a 2403 m domina tutto il vallone del Buscagna ed è un punto tappa importante per gli scalatori che vogliono affrontare le ripide pareti del versante sud del Cervandone. In verità sono molti di più, e tra questi ci siamo anche noi, gli escursionisti che salgono fino al bivacco per ... il bivacco. Sì perché dormire in un rifugio d'alta quota è sempre un'esperienza gustosa. Specialmente se si ha la fortuna di incontrare il bel tempo. Qui presento gli scatti eseguiti nell'estate del 2008, occasione nella quale ho sperimentato per la prima volta le possibilità della fotografia digitale notturna.

Alpe Buscagna, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED + circular pola, hands hold.
Alpe Buscagna e cartello di indicazione per ogni direzione, tra cui il Combi e Lanza. Boschetto di Larici secolari. Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED circular pola, Gitzo GT3541LS Arca Swiss B1.
Gli ultimi metri ripido sentiero verso il bivacco Combi e Lanza, sullo sfondo il vallone dell'alpe Buscagna
 con il lago Nero. Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED, hands hold.
Il bivacco Combi e Lanza. Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED, hands hold.a

Un paio di osservazioni sul bivacco Combi e Lanza
La struttura si trova la termine di un sentiero non impossibile, ma nemmeno banalissimo. Specialmente gli ultimi metri hanno qualche passaggio ostico, ma nulla che una persona arrivata fino a lì non possa, con un po' di attenzione, superare. Il bivacco ha una ventina (ottimistica) di posti branda. Diciamo che in 12 si sta comodi. Fondamentale portarsi l'acqua. In estate avanzata i nevai sono ormai esauriti e non c'è modo di procurarsi acqua se non caricarla nello zaino al sottostante alpe Buscagna. Ricordarsi sempre che in un bivacco siamo ospiti e ciò che è condiviso non è di NESSUNO, ma di TUTTI (concetto molto ostico alle popolazioni italiche). Noi abbiamo trascorso una splendida notte in compagnia di altre due coppie di ragazzi conosciute lì, in loco. Anche se son già passati 4 anni, approfitto di queste righe per salutarli.

Colazione, ehmm cena, bivacco Combi e Lanza. Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED, hands hold.
Bivacco Combi e Lanza, veduta verso il Pizzo Diei - Cistella. Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. AIs 16/2.8 fisheye, Manfrotto 190 Benro KS0. EXP: Iso 3200, f/5.6,  t:20".
Il retro del Bivacco Combi e Lanza. Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. AF-S 17-35/2.8 ED, Manfrotto 190 Benro KS0. EXP: Iso 3200, f/5.6,  t:30".
Bivacco Combi e Lanza, veduta verso il Pizzo Diei - Cistella. Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. AF-S 17-35/2.8 ED, Manfrotto 190 Benro KS0. EXP: Iso 3200, f/5.6, t:30".
La luce della luna dietro alla Guglie di Cornera, bivacco Combi e Lanza. Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. AF-S 17-35/2.8 ED, Manfrotto 190 Benro KS0. EXP: Iso 3200, f/8, t:20".
Le guglie di Cornera (2714 m) nella notte, bivacco Combi e Lanza. Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. AF-I 300/2.8 IF-ED, Manfrotto 190 Benro KS0. EXP: Iso 6400, f/8, t:3".
Bivacco Combi e Lanza, veduta verso Devero. Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. AIs 16/2.8 fisheye, Manfrotto 190 Benro KS0. EXP: Iso 3200, f/5.6, t:20".
Sull'uscio del Bivacco. Bivacco Combi e Lanza. Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. AF-S 17-35/2.8 ED, Manfrotto 190 Benro KS0. EXP: Iso 6400, f/6.3, t:15".

Con la notte, le stelle, la luce della luna dietro la montagna e le possibilità della D3 ho giocato, divertendomi molto. E dove di luce proprio non ce n'era, con la torcia frontale ho "pennellato" fasci gialli qui e là per riempire inquadrature nere come la pece. Il mattino a seguire è stato fresco fresco, ed in breve tempo uno spesso strato di nubi ha avvolto tutto, lasciandoci solo pochi attimi per osservare la luce del sole nascente e per osservare uno stambecco arrampicarsi sulle morene proprio dietro il bivacco.

Fredda e nuvolosa alba, il Diei e il Cistella galleggiano sulla schiuma. Bivacco Combi e Lanza, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED hands hold.
Le nuvole salgono rapide con il sole. Bivacco Combi e Lanza, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED, Manfrotto 190 Benro KS0.
Stambecco. Bivacco Combi e Lanza, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. AF-I 300/2.8 IF-ED + TC17, Manfrotto 190 Benro KS0.
Il sole illumina Diei e Cistella direzione passo Valtendra. Bivacco Combi e Lanza, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED, Manfrotto 190 Benro KS0.
On the way home. Alpe Buscagna, Devero (VB) - Agosto.
Nikon D700, ob Nikon AF-S 17-35/2.8 ED, circular pola

-------------------------------------------------------------------

Una piccola digressione fotografica.
Nel 2008 ho abbandonato la pellicola per iniziare a fotografare con la tecnologia digitale. Tra le belle lusinghe che il digitale mi promise ci fu anche quella della riduzione del materiale da utilizzare. Niente pellicola, macchine con ISO variabile = riduzione del numero di fotocamere e quindi di carico da riporre nello zaino. Per l'escursione al Combi e Lanza mi portai appresso la batteria della foto seguente.

Macchie e obiettivi per il Combi e Lanza.

E' evidente che le vecchie abitudini son dure a morire, anzi peggio perché le fotocamere digitali sono più grosse e pesanti delle corrispondenti analogiche. Comunque di foto te ne fanno fare di più e più belle: non è mica poco! Quindi finché le mie zampe reggono quei 10 Kg di zavorra difficilmente usciranno dal mio zaino!